Amore o Ossessione?

Trionfano entrambi nella seconda stagione di You.

Fin da bambino ricevevo uno sguardo da una bambina e subito abbinavo il mio cognome al suo.

Beh, chi non l’ha mai fatto?

Io mi dichiaro colpevole, l’ho fatto e anche diverse volte. Ben più esperto di me è, però, Penn Badgley. Gli è successo tredici anni fa nei panni di Dan Humphrey, ad una festa a cui era stato invitato per sbaglio, guardando Serena van der Woodsen e il suo vestito bianco.

Poi l’ha fatto di nuovo.

Ha iniziato ad interpretare Joe Goldberg ed è diventato una vera ossessione.

In questa frase, pronunciata proprio dal protagonista di You, c’è l’essenza della serie. Già la prima stagione aveva chiarito che la storia fosse un viaggio assurdo ma coinvolgente nella mente del nostro “eroe”, ma è solo con la seconda che si aprono davvero per noi spettatori le porte del suo mondo. Porte sul suo passato di cui si scopre tanto, sul suo presente molto incerto e sul suo futuro. Cosa farà Joe Goldberg questa volta?

Amore, ora ti spiego perché non fai per me.

Così inizia questa stagione Joe che, ferito e preoccupato per le sue precedenti storie, con un’ex appena sepolta ed un’altra misteriosamente resuscitata, appare deciso a non commettere gli stessi errori.

Non posso amare ancora, non posso rischiare, è troppo pericoloso. L’unico modo per ricominciare è ricominciare senza amore.

Effettivamente Joe ricomincia, scappa da New York a Los Angeles e assume una nuova identità, ma incontra la sua nuova ossessione. Love. Love Quinn. È proprio questo il nome della sua potenziale prossima vittima. Primo ed evidente segnale di quanto le sue belle parole iniziali siano destinate ad essere solo questo, parole.

In questa stagione ritroviamo un Joe diverso ma non troppo, che ha imparato dai suoi errori ma rimane fedele alle sue ossessioni, capace di affezionarsi alle persone e prendersene cura ma anche di uccidere a sangue freddo. Tutti, spettatori e persone che lo circondano, infatti, prima o poi finiscono per credere al suo cambiamento almeno per un istante, tranne uno: se stesso. Per quanto si sforzi, Joe proprio non riesce a perdonarsi.

E probabilmente non potrà mai cambiare davvero, io lo so e lo capisco, ma paradossalmente mi sono ritrovata più volte a tifare per lui, perché tralasciando crimini e follie ai limiti dell’assurdo, è difficile per me odiare un inguaribile romantico, capace di pronunciare frasi come:

Ridatemi i giorni in cui un uomo cavalcava per ore solo per sedersi accanto ad una donna solo per bere il tè senza neanche la promessa di poterla sfiorare con un dito.

Ciò che davvero, però, a mio avviso, fa la differenza questa volta è Love Quinn. Il rischio di ogni seconda stagione è sempre lo stesso: ricadere nel banale copiando lo schema della prima. In questo caso, invece, senza nessuno spoiler, si può dire che la serie è ricca di colpi di scena, soprattutto grazie a lei. È pacata e tranquilla come Beck, ex fiamma di Joe nella prima stagione, e allo stesso tempo forte e combattiva come Candace, primo amore del protagonista tornata per vendicarsi. Love e Joe sono molto più simili di quanto si possa credere apparentemente e forse proprio per questo è inevitabile per loro innamorarsi l’uno dell’altra. 

Seconda stagione di You.

È evidente, inoltre, che Joe, a differenza della prima stagione, coltiva rapporti con diverse persone, con cui riesce a legare, come le sue vicine di casa, Delilah e Ellie Alves, e il fratello di Love, Forty. Attraverso questi personaggi la serie affronta anche temi importanti come la violenza sui minori, la pedofilia, le droghe e le dipendenze di ogni genere. Perché sì, sicuramente in un mondo come il nostro ci sono anche mali peggiori, ma Joe Goldberg e le sue ossessioni, probabilmente, torneranno presto.


You 2

You 2

Genere: Thriller psicologico

Piattaforma: Netflix

Episodi: 10

Cast: Penn Badgley, Elizabeth Lail, Victoria Pedretti, Amber Childers, Jenna Ortega, James Scully, Carmela Zumbado

Voto: 7.5

Autrice
Sono Noemi, ho 23 anni e una laurea in Scienze Umanistiche per la Comunicazione. Mi divido tutto l’anno tra Benevento, Milano e Torino provando a far coesistere tre vite diverse. Sono un’inguaribile romantica che pensa sempre troppo ed è incontentabile, ma ho anche dei difetti. Quando non sono in giro per il mondo passo il mio tempo davanti ad uno schermo nutrendomi di libri, serie tv e calcio. Ho anche una grande passione per la scrittura, ma su questo ci sto tuttora lavorando.

YOU MAY ALSO LIKE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *