fbpx

Il futuro è già qui
solo non è equamente distribuito

Nei primi anni Ottanta William Gibson aveva immaginato il web, i cyborg e la VR. Aveva capito che il problema del futuro non era tanto indovinare la forma che avrebbe preso, ma piuttosto capire chi ne sarebbero stati i padroni.

fantascienza

Postumana, eco-punk, post-capitalista – questa realtà che ci ostiniamo a chiamare futuro, porta sempre il nome di qualcosa che abbiamo già conosciuto, non fosse che per negarlo. È donna, animale, non bianca. Non è fatta solo di copri biologici né di cervelli come quelli che abbiamo finora studiato.

Questo mondo prende forma a partire dalla transitorietà dei concetti. Si individua nel ronzio incessante prodotto dalle sue contraddizioni.

Il futuro è già qui: stiamo inventando parole per descriverlo.

Di Stefano Zuliani

floppy-disk-icon

La lezione del floppy disk

Ve li ricordate i floppy disk? Ecco tutto quello che un'icona può insegnarci per fare pace con la nostra obsolescenza.